Archivio 07/2007

mosaicoa51.jpg

Ricetta in collaborazione con Alan Wallace, del negozio online Peak Candle Supplies

Le candele mosaico offrono un’alternativa molto creativa alle normali candele monocolore e sono molto più semplici da realizzare di quel che si creda. Nella ricetta che segue, spieghiamo sia come realizzare le tessere di cera per candele mosaico che come utilizzarle per una semplice candela mosaico. Semplice ma… di grande effetto!

Se siete alla vostra prima esperienza con la creazione di candele, vi consigliamo di realizzare prima una candela semplice monocolore seguendo la nostra Ricetta base per candele in cera.

Necessario:

  • Vassoio piatto con bordo di almeno 1-1,5 cm in metallo non smaltato o vetro pirex
  • cera nella miscela preferita (paraffina; paraffina+stearina; stearina vegetale; soia)
  • 3 o più coloranti per cera
  • 1 profumazione per cera
  • taglierino o bisturi affilatissimi
  • 1 riga o righello lungo (facoltativo)
  • stampo per candele in cera (metallo o policarbonato)
  • stoppino in cotone
  • fermastoppino o bacchetta legastoppino
  • poche gocce di olio di semi di girasole o semi vari
  • straccetto in cotone o carta assorbente

mosaicoa59.jpg Pulire e asciugare bene il vassoio e lo stampo che si andrà ad usare, non devono assolutamente esserci porzioni sporche o bagnate che comprometterebbero inevitabilmente il lavoro. Ungere leggermente con olio di semi aiutandosi con uno straccetto o carta assorbente
mosaicoa58.jpg Portare a fusione la cera e addizionare il primo colore e la profumazione, in questo caso il verde acqua. Versare la cera ancoracalda nel vassorio, per uno strato di almeno 1 cm. Se non sapete come fare, potete consultare la nostra Ricetta base per candele in cera. Attendere il tempo necessario alla solidificazione della cera. Il vassoio deve essere lasciato ad asciugare su una superficie perfettamente in piano, altrimenti lo strato di cera non sarà uniforme.
mosaicoa56.jpg Una volta che la cera si è perfettamente asciugata, si taglia utilizzando il taglierino o il bisturi, aiutandosi con un righello se si è alle prime armi. E’ meglio tagliarla direttamente nel vassoio, perchè estraendo il blocco di cera potrebbe rompersi.
mosaicoa55.jpg Una volta effettuati i tagli, estrarre le tessere rivoltando il vassoio su una superficie piana oppure scalzandole. Il metodo migliore è il rovesciamento del vassoio. Si ottengono dei cubetti come nella foto.Ripetere l’operazione per il secondo colore, in questo caso il blu.
mosaicoa54.jpg Una volta ottenute le tessere da mosaico blu e verde acqua, preparare uno stampo a piacere con lo stoppino ben fermo nel mezzo. Se non sapete come fare, potete consultare la nostra Ricetta base per candele in cera. A questo punto inserire in modo del tutto casuale le tessere blu e verde acqua, in quantità possibilmente uguale.
mosaicoa53_1.jpg Portare a fusione altra cera aggiungendovi una colorazione più chiara di tutte quelle impiegate per le tessere mosaico. Versare la cera nello stampo con le tessere, molto lentamente, in modo che la cera fusa vada a posizionarsi esattamente in tutti gli interstizi tra una tessera e l’altra.Trucco: per evitare che le tessere si sciolgano leggermente, è possibile prima di questa operazione lasciare lo stampo con le tessere mosaico nel freezer per alcuni minuti o nel frigo per una mezz’ora.
mosaicoa52.jpg Attendere la completa asciugatura della candela e estrarla dallo stampo. Le forme variegate dei decori delle candele mosaico non finiranno mai di stupirvi!
candeleinvasetti.jpg

Le candele in vaso sono facilissime, adatte anche alla creazione con i bambini e soprattutto sono di grande effetto. Come si vede dalla foto, basta decorarle con un po’ di raffia, un bigliettino e un copritappo fatti in casa, con il computer e una stampante… e il gioco è fatto. Ottime come regalo, sono molto apprezzate perché decorative e non necessitano di portacandele. Durano più a lungo e mantengono intatti gli aromi se dotate di tappo ermetico.

Occorrente:

  • Barattoli in VETRO ben puliti, meglio se con coperchio a chiusura ermetica. NO barattoli in altri materiali, SI barattoli in vetro riciclati
  • stoppini della misura adatta al barattolo
  • 1 molletta da bucato o 1 pinza
  • cera per candele (paraffina oppure paraffina+stearina o stearina vegetale)
  • colorante per cera
  • olio essenziale profumato o profumazione per candele in cera

(cliccare sulle immagini per ingrandirle)

barattolo02.jpg Pulire e asciugare bene il barattolo che si andrà ad usare, non devono assolutamente esserci porzioni unte o bagnate che comprometterebbero inevitabilmente il lavoro. Posizionare lo stoppino in modo che esca almeno di 3-4 cm rispetto al bordo del barattolo.
barattolo03.jpg Tenere in posizione lo stoppino fermandolo con una molletta da bucato o una pinza, come nella foto.
barattolo05.jpg Fondere la cera e aggiungere il colorante e la profumazione. Se non sapete come fare, potete consultare la nostra Ricetta base per candele in cera. Versare la cera ancora calda facendo attenzione a mantenere lo stoppino in posizione. Riempire, come nella foto, fino quasi all’orlo, senza colmare completamente. Lasciare asciugare, ci vogliono circa 6 ore.
barattolo04.jpg Può capitare che la cera, una volta solidificata, si ritiri un po’ specialmente nel mezzo, in prossimità dello stoppino. Basta rabboccare con altra cera, eventualmente riscaldata nuovamente. Non versate cera tiepida, altrimenti resta il segno del rabbocco, una linea antiestetica. Volendo potete chiudere con un altro colore o con una tonalità più chiara dello stesso, per vivacizzare la composizione.
Quando sarà completamente asciutta e fredda, tagliare lo stoppino a circa 1 cm, in ogni caso al di sotto dell’apertura del barattolo. Chiudere e decorare.
barattolo01.jpg Altre idee per candele in barattolo.

Trucco: versare un paio di gocce di profumazione sulla candela finita, spargere bene con un pezzetto di carta assorbente e chiudere immediatamente. All’apertura, la candela risulterà piacevolmente profumata e manterrà la profumazione a lungo.