Archivio 05/2007

In questo video di seguito, vengono illustrate abbastanza bene le fasi iniziali della scultura delle candele. Questo tipo di candele, ancora poco diffuse da noi, sono piuttosto utilizzate negli USA e sono particolarmente decorative, qui di seguito ho messo le immagini di alcuni esempi molto elaborati.

Per farle è necessario essere provvisti di grandi spazi, diverse pentole di cera tenuta a bollore di colori diversi e spazio per appendere ad asciugare e sgocciolare. Non è sempre semplice, quindi, realizzare questo tipo di candele.

[youtube]tjrNTuR-VrE[/youtube]

In breve: si realizzano almeno 3-4 pentole piene di cera già colorata, che va mantenuta a bollore ma in forma molto liquida. E’ essenziale infatti che non indurisca troppo velocemente una volta sulla candela. La cera deve arrivare a circa 5 cm in più rispetto all’altezza della candela che si va a realizzare. Il mio suggerimento è di partire da un moccolo già fatto, non fare la candela ad immersione dalle prime fasi altrimenti diventa un lavoro di giorni, poco gratificante. Lo stoppino va lasciato ad almeno 10-15 cm e chiuso da un anello o da un cappio, per permettere di appendere agevolmente la candela a un gancio come nel filmato. Per realizzare la scultura è necessario un coltellino molto ben affilato. Se usate coltelli da cucina qualunque o ancora peggio lame seghettate, il risultato sarà un disastro.
Il moccolo va immerso velocemente in un primo colore di cera, quello che rimarrà più interno, Si lascia asciugare appeso per circa 5 minuti, meglio se all’aria aperta, poi si reimmerge nel secondo colore e così via per 3-4 strati di differenti colori. Potete anche ripetere 2 soli colori alternandoli oppure fare strati più spessi con successive immersioni.

Completato l’ultimo strato, intagliate come mostrato nel filmato. Nel tempo, riuscirete a fare riccioli più lunghi o piegati in modi creativi… il limite è davvero solo la vostra fantasia 🙂